26 Marzo a Roma: 300.000 in corteo per l’Acqua Pubblica

Un tripudio di bandiere per l’acqua ha invaso Roma il 26 Marzo scorso. Comitati territoriali per l’acqua pubblica, associazioni, sindacati e tanti cittadini desiderosi di cambiamento sono scesi in piazza a testimoniare la loro contrarietà a qualsiasi forma di privatizzazione-privazione del Bene Comune Acqua a favore di lobby d’interessi il cui unico scopo è lucrare sulla preziosa risorsa collettiva.

Un chiaro e limpido SI per la difesa dell’Acqua Bene Comune, SI per fermare il nucleare, SI per la difesa dei diritti.

Tra i tanti comitati territoriali che hanno aperto la manifestazione insieme ai sindaci di tante città, una folta delegazione del Comitato per l’Aniene, composta da cittadini dei vari paesi della Valle e del IV municipio di Roma. Hanno sfilato con lo striscione Salviamo l’Aniene (che da anni è il simbolo della battaglia per la sottrarre le sorgenti del Pertuso alla voracità arrogante di ACEA e salvare il nostro fiume da una morte certa).

Donne e uomini, entusiasti e felici di ritrovarsi insieme ad altri cittadini, provenienti da tutta l’Italia, per condividere la battaglia per la difesa dei beni comuni, per la giustizia e per l’eguaglianza dei diritti che caratterizza gli innumerevoli movimenti per l’acqua sorti nel mondo.